Trail Del Marchese, Wild Pork e Opiche Trail un tour alternativo

pubblicato in: Lazio, monti Lucretili | 0

Escursione un po’ impegnativa, a pochi chilometri dalla capitale, alla scoperta di una zona, forse poco frequentata, nell’area compresa tra le propaggini meridionali dei monti Lucretili e i monti Ruffi, tra natura incontaminata e panorami suggestivi verso l’Appennino Abruzzese e la vallata dell’Aniene, dove si trovano bei trail All Mountain-Enduro. Perlustrati i rilievi sovrastanti Vicovaro, scodinzolando sull’intricata rete di single track impegnativi e tecnici, stuzzicati dal luogo, ci si è spostati poco più avanti, tra i comuni di Sambuci, Mandèla e Saracinesco, effettuando un percorso alternativo.

Lasciata l’auto nei pressi della stazione ferroviaria di Sambuci-Mandèla sulla via Tiburtina Valeria, ci si ritrova a salire in asfalto verso Saracinesco, i chilometri da percorrere sono circa 7 e la pendenza su alcuni tornanti si fa sentire. Ben presto il bitume è solo un ricordo, in prossimità del borgo, arroccato su uno sperone, ci si immette su un sentiero.

L’accesso ostile, porta ad intercettare il Trail Del Marchese,

contraddistinto da fondo sassoso smosso, roccia fissa e gradoni, che alternandosi a tratti di mulattiera scabrosa,

 

scende sopra l’abitato di Sambuci, facendo perdere circa 350 m di dislivello. Si torna a fare quota, ripercorrendo

qualche tratto della discesa e raggiunto Colle Casa, uscendo sulla strada asfaltata si sale verso l’attacco del Wild Pork Trail (non segnato da cartello), un sentiero caratterizzato da roccia fissa, molto irregolare e scalettato.

Raggiunta una strada bianca, con rilanci, ci si spinge sulla parte intermedia, inizialmente flow,

ma che diventa subito impegnativa per il fondo smosso.

Intersecata la strada asfaltata si percorre un l’ultimo taglio, che a causa di anfratti spinosi, è meglio evitare. Ritrovandosi al punto di partenza, ci si sposta sul versante opposto per risalire su asfalto in direzione del paese di Mandela, adagiato su un poggio, proseguendo poi su cementata con forti pendenze. Raggiunto l’altipiano di Pian di Papa, con l’ultimo sforzo si giunge alle pendici dell’altura di monte Mandela. Dalla sella ammirato il bellissimo panorama verso la valle dell’Aniene, si scende su strada bianca e poco più in basso, si

ipoteca l’Opiche Trail, il single track principe della giornata, spettacolare e avvincente, dove in aggiunta al fondo roccioso smosso molto grezzo, si distingue per la pendenza iniziale.

Dopo rilanci, una parte di trail incavata al centro, un tratto

flow, si percorre il tratto conclusivo, di nuovo con fondo roccioso, pendenze accentuate e passaggi

impegnativi. Giunti a riunirsi con la strada Tiburtina Valeria, si passa dalla parte opposta seguendo dapprima una sterrata che passa per la zona del Pantano, poi su sentiero costeggiando il medio corso dell’Aniene si risale

 leggermente e fruendo di un breve flow trail si rientra al punto di partenza.

Riepilogando: percorso vallonato, degno di nota, con dislivello impegnativo, con punte considerevoli per Saracinesco. Si snoda su mulattiere e sentieri naturali, disagevole quanto basta, che richiede un buon bagaglio tecnico. Una delle sorprese inattese è Il panorama che si apre sui paesaggi circostanti, sia alla partenza del Trail Del Marchese che del Opiche Trail.

 

Powered by Wikiloc
Commenti Facebook